MMM 2016

MMM 2017

 

LA SPERIMENTAZIONE

Nel biennio 2016-2017 il Comitato Mura, grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell'ambito del bando Culturalmente, ha promosso e diretto la sperimentazione di un museo-non-museo delle mura, costruito dentro alle mura, non invasivo eppure spettacolare, costituito da una serie di installazioni con proiezioni dirette sulle pareti interne di porte e bastioni e da un'app per smartphone. Tre prime "stazioni" sono state allestite all'interno e intorno a porta Savonarola, il bastione Impossibile e l'area del Castelnuovo, la fortezza mai completata di Ognissanti.

 

UN MUSEO DIVERSO

Un museo diverso da ogni altro, non convenzionale, scientificamente accurato nei contenuti, ma divertente e coinvolgente, un'avventura nella storia, delle mura e della città, da estendere all’intera cerchia, che permetta di “scoprire” in modo diverso le mura di Padova, dando loro vita, lasciando che siano esse stesse a descriversi e raccontarsi, per bocca dei protagonisti delle vicende che le hanno coinvolte nel corso dei secoli, dall'evento traumatico della loro costruzione agli episodi più recenti, nobili (le scuole con aule all'aperto) o tragici (i bombardamenti nelle due guerre mondiali). Fino alla trascuratezza, ai riusi poco compatibili e rispettosi e infine la riscoperta di questi ultimi anni.

 

MMM al Castelnuovo

MMM a porta Savonarola

MMM a porta Savonarola

MMM al Castelnuovo

 

UNA FORMULA INDOVINATA

La formula ha riscosso un ottimo successo e unanimi consensi e l'Amministrazione comunale ha manifestato l'intenzione di rendere permanente la struttura, estendendola ad altri manufatti, nell'ambito del più vasto progetto che riguarda il Parco delle Mura e delle Acque di Padova.

Grazie all'interesse suscitato anche in ambito universitario dalla nostra sperimentazione, un gruppo di docenti dell'Università IUAV di Venezia e dei dipartimenti ICEA e DEI dell'Università di Padova ha promosso e realizzato un progetto finanziato con fondi europei FSE, denominato PAMU - Parco Multimediale delle Mura di Pudova, che ha visto al lavoro per un anno, da luglio 2017 a giugno 2018, quattro assegnisti, con competenze diverse, supportati ciascuno da un'azienda di settore, e al quale anche il Comitato Mura ha dato il suo contributo, che ha prodotto materiali di alto contenuto tecnico-scientifico (rendering 3D diacronici, modelli in realtà virtuale), per la costruzione dei contenuti di tre ulteriori stazioni, di un sito web dedicato e di altri supporti tecnologici, che potranno integrarsi con quanto già realizzato dal Comitato Mura.

 

logo PAMU

rendering porta Codalunga

 

UN FUTURO PROMETTENTE

Il dialogo con l'Amministrazione Comunale di Padova ha portato infine all'impegno da parte dell'Assessorato al Parco delle Mura a dotare gli ambienti in cui sono state sperimentate le diverse installazioni delle apparecchiature necessarie perché la struttura possa a breve aprire al pubblico in forma stabile, mentre un primo contributo per la realizzazione dei contenuti è stato assegnato nel 2019 dall'Assessorato alla Cultura.

A fine 2019 il Comitato Mura parteciperà al bando Culturalmente 2020 con un progetto biennale che ha come obiettivo dichiarato, non più la sola sperimentazione, ma la realizzazione e l'apertura in forma stabile del parco-museo narrante multimediale distribuito inizialmente (2020) in quattro e successivamente (2021) in sette stazioni. Che verrà gestito interamente da personale volontario.
Un museo straordinario eppure a basso costo!

In una nuova forma e con una nuova immagine, con il contributo di tutti il MMM proseguirà dunque il suo cammino, con l'obiettivo di contribuire in modo decisivo alla valorizzazione della più estesa cinta muraria rinascimentale ancora esistente in Europa.


UN GRUPPO DI PARTNER ETEROGENEO

La sperimentazione è stata resa possibile dal sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell'ambito del bando Culturalmente (2015 e 2016) e dalla disponibilità del Comune di Padova e in particolare dell'Assessorato alla Cultura e del Settore Edilizia Pubblica e ha coinvolto un eterogeneo gruppo di partner, formato in primo luogo da Tam Teatromusica, che ha progettato le presentazioni multimediali sulla base dei testi e dell'iconografia scritti e selezionati dal Comitato Mura, e dal Liceo Artistico A. Modigliani, i cui studenti hanno partecipato sia alla fase di elaborazione del progetto, sia alla gestionedell'aperura al pubblico.Nel corso dei due anni hanno partecipato al progetto anche il C.I.R.GEO. dell'Università di Padova, che ha effettuato rilevamenti con il laserscanner e realizzando modelli tridimensionali dei manufatti, Rosin 355, giovane startup informatica che ha realizzato l'app MMM Padova, Eggon, altra azienda informatica che ha costruito un'app per la visita autoguidata alla fortezza del Castelnuovo, Supernoia, giovane team di videomaker creativi e la Sezione di padova di Italia Nostra.

 

Qui di seguito i link a tutte le pagine in cui si parla del MMM, nelle diverse fasi della sua sperimentazione, e a tutti i materiali scaricabili.


MATERIALI

Museo Multimediale delle Mura, brochure illustrata (2016), pdf

in 20 pagine, tutto sul MMM: com'è nato, chi lo ha progettato, i possibili sviluppi futuri


PAGINE DEDICATE

Museo Multimediale delle Mura 2017


MMM (2017) pagina di presentazione
con immagini, manifesto e altri materiali scaricabili

MMM (2017) il MMM nei media
servizi filmati, blog, giornali online (selezione)

MMM (2017) pieghevole illustrato in pdf


Museo Multimediale delle Mura 2016

MMM (2016), un primo bilancio - (5 ottobre 2016)

con foto e servizio filmato

Inaugurato il MMM - (21 settembre 2016)
con foto e servizio filmato

MMM (2016) pagina di presentazione
con comunicati stampa, manifesto e volantino scaricabili

I laboratori presso il Liceo Artistico A. Modigliani
con filmato

 

PARTNER 2017

 

PARTNER 2016

 

(a cura di U. Fadini - ultimo aggiornamento 31 dicembre 2019)