Home Quegli scavi erano davvero abusivi
Please wait while JT SlideShow is loading images...
Padova SotterraneaA Wall Play 2015ConferenzeFAImarathon 2012Il Grande Gioco 2015PubblicazioniMostra 500° 2014Mostra 1509-2009Mostra 500° 2014Le mura disvelate 2013Le mura disvelate 2014Le mura disvelate 2013Pulizia 2014MMM 2016MMM 2016MMM 2016
YoutubeFacebook
Quegli scavi erano davvero abusivi Stampa E-mail


(15 agosto 2010) - Eravamo stati i primi a segnalare, già nel marzo 2009, gli scavi abusivi in corso nella cavana del Castelnuovo e all'interno del bastione stesso. Avevamo anche riportato e commentato un volantino distribuito dagli Amissi del Piovego qualche tempo dopo, in cui annunciavano e rivendicavano quei "lavori", secondo noi assolutamente illegali, oltreché discutibili dal punto di vista storico-scientifico, ma pure da quello della conservazione stessa delle strutture, stratificatesi nel corso dei secoli in un'area in cui i lavori progettati dalla Serenissima non furono mai completati e il cui stesso disegno non è ancora stato del tutto compreso.

Pare proprio avessimo ragione. A quanto leggiamo sul Gazzettino, i responsabili dello scavo (o alcuni di loro) sono stati colti sul fatto, è in corso un'inchiesta, ma la soprintendenza ha già espresso il suo parere: lo scavo è abusivo.

Avere avuto ragione non è però motivo di particolare soddisfazione: c'è voluto più di un anno per accertare qualcosa che era evidente fin dall'inizio, lo scavo abusivo intanto è continuato e non resta che sperare che non abbia provocato danni o perdita di dati.

E se danni verranno accertati, stavolta non sarà davvero stata "colpa del restauro".

Comitato Mura di Padova

 

Alcune immagini della zona oggetto dei "lavori" (cliccare per ingrandire)

t_IMG_1622t_IMG_1624t_IMG_1627

Gli articoli apparsi sul Gazzettino il 14 e 15 agosto (cliccare per ingrandire)

t_gazzettinoPD_14_agosto_2010t_gazzettinoPD_15_agosto_2010

 
 
separator.jpg
separator.jpg

I nostri libri

Novità in libreria

PRIMA PAGINA

Archivio notizie comunicati appuntamenti